.. ..
News
Bando di concorso per "Progetti Modello" 
19.11.13

La Confederazione lancia una campagna volta a sostenere finanziariamente dei progetti destinati a sviluppare dei modelli di sviluppo sostenibile del territorio.

 

 

L’Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE), congiuntamente ad altri uffici federali, ha lanciato un concorso volto a sostenere finanziariamente dei progetti destinati a sviluppare dei modelli di sviluppo sostenibile del territorio virtuosi e riproducibili (definiti “Progetti modello”). Il bando di concorso prevede il sostegno a 25 progetti in tutta la Svizzera per una durata di 4 anni. Ogni progetto vincitore potrà ottenere un sussidio fino a un massimo di 200'000 fr (il sussidio potrà rappresentare al massimo il 50% del costo totale del progetto).

 

I temi del bando di concorso 2014-2018, tutti di grande attualità, sono 5:

 

  1. Realizzare uno sviluppo centripeto degli insediamenti (densificazione)
    Lo sviluppo degli insediamenti in Svizzera ha raggiunto un punto di svolta: occorre frenare lo sviluppo disordinato del territorio e salvaguardare le superfici non ancora edificate e i paesaggi dalle costruzioni. Uno sviluppo centripeto degli insediamenti nelle regioni urbane e rurali contribuirà a raggiungere tali obiettivi.
  2. Promuovere gli spazi non edificati negli agglomerati
    Gli spazi non edificati (aree verdi pubbliche, corsi d’acqua, campi, prati, boschi, strade di quartiere, piazze come anche aree esterne private di complessi immobiliari e commerciali) risultano molto importanti soprattutto negli agglomerati densamente popolati.
  3. Creare un'offerta di alloggi sufficiente e adeguata
    Attualmente su molti mercati immobiliari l’offerta di alloggi non riesce a soddisfare l’ingente domanda. Il problema colpisce in particolare le città e i Comuni dell’agglomerato che negli ultimi anni hanno registrato un incremento notevole della domanda di alloggi
  4. Promuovere l'economia negli spazi funzionali
    Le grandi città e, nelle dovute proporzioni, anche i centri regionali costituiscono i motori dell’economia nazionale. Nell’interesse di uno sviluppo sostenibile, va attribuita particolare attenzione alla collaborazione tra i centri urbani e le regioni rurali
  5. Valorizzare e utilizzare le risorse naturali in modo durevole
    La domanda di risorse naturali quali acqua, suolo, aria, paesaggio come anche di prodotti naturali sfruttabili a fini commerciali quali legno, pietra, terreno è grande e continuerà ad aumentare

 

Tutte le informazioni ed il bando di concorso della Confederazione sono disponibili sul sito http://www.progettimodello.ch.

A fine febbraio 2014 scade il termine per l’inoltro delle candidature. A maggio 2014 verranno resi noti i progetti selezionati dalla Confederazione.

 

Poiché per la Confederazione è molto importante la partecipazione a questo concorso di tutte le regioni linguistiche del paese, i progetti provenienti dal nostro Cantone hanno delle maggiori possibilità di essere presi in considerazione. Durante le prime due campagne (2002-2011) sono stati sostenuti alcuni Progetti modello ticinesi, ad esempio: ”Nuovo quartiere Cornaredo”, “Nuovo Polo Vedeggio per l’agglomerato di Lugano”, “Castione: un polo di sviluppo per l’agglomerato di Bellinzona”.

 

Maggiori informazioni sono ottenibili presso la Sezione cantonale dello sviluppo territoriale, la quale é anche disponibile ad una collaborazione attiva sia nell’impostazione dei progetti sia nell’accompagnamento – secondo modalità da definire – di quelli che fossero accolti dalla Confederazione.

 

Il Capo della Sezione dello sviluppo territoriale (Paolo Poggiati, paolo.poggiati@ti.ch, tel. +41 91 814 25 95 ed i collaboratori dell’Ufficio del Piano direttore sono volentieri a disposizione (Andrea Felicioni, andrea.felicioni@ti.ch, tel 091. 814 25 65; Antonella Steib Neuenschwander, antonella.steib@ti.ch, tel. 091. 814 25 54).

Archivio >

.. ..
.. ..